Prampolini: "Primo passo verso il ripristino delle necessarie flessibilità per la gestione dei rapporti di lavoro"

Confcommercio su emendamento che attribuisce ai contratti collettivi la facoltà di individuare causali specifiche per i contratti a tempo determinato

Prampolini: "Primo passo verso il ripristino delle necessarie flessibilità per la gestione dei rapporti di lavoro"

DateFormat

9 luglio 2021
99/2021

“Bene la scelta di valorizzare il ruolo delle parti sociali. Con l’emendamento approvato dal Parlamento si compie un primo passo verso il ripristino di quelle flessibilità che devono vedere nella contrattazione collettiva la loro fonte regolatoria principale, valorizzando così i soggetti – associazioni e organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative - che responsabilmente devono svolgere la loro funzione negoziale e di rappresentanza. Una funzione tanto più importante in una fase di ritorno complesso e ancora graduale alla normalità delle attività economiche, che necessità di flessibilità regolate, per contrastare il dumping contrattuale e favorire la crescita dell’occupazione”: così Donatella Prampolini, Vice Presidente di Confcommercio, sull’emendamento al decreto sostegni bis che consente alla contrattazione collettiva di individuare causali specifiche per la stipula di contratti a tempo determinato.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca