Confcommercio su nuove restrizioni: più programmazione e coordinamento

Ristori siano adeguati e tempestivi

Confcommercio su nuove restrizioni: più programmazione e coordinamento

DateFormat

2 novembre 2020
171/2020

Confcommercio rimane convinta del fatto che la necessità di contrastare con la massima determinazione l’aggravarsi dell’emergenza epidemiologica richieda anzitutto più programmazione e più coordinamento. Più programmazione e più coordinamento per recuperare i ritardi e per sanare gli errori che largamente spiegano le criticità emerse su tanti fronti: da quello dei tamponi, del tracciamento e della sanità territoriale ed ospedaliera a quelli del trasporto pubblico locale e della scuola. Più programmazione e più coordinamento perché la soluzione di ultima istanza del ‘più chiusure’ determina costi economici e sociali crescenti, sempre meno sostenibili e che, comunque, richiedono ristori davvero adeguati e davvero tempestivi: è quanto si legge in una nota di Confcommercio in vista delle annunciate nuove restrizioni che il Governo si appresta a varare.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca