Gronda di Genova, Conftrasporto sullo stop "scelta assurda e incomprensibile"

Gronda di Genova, Conftrasporto sullo stop "scelta assurda e incomprensibile"

DateFormat

18 luglio 2019

 

Roma, 18 luglio 2019

Assurda e incomprensibile la scelta annunciata di non effettuare la Gronda di Genova

A dirlo è il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè, che aggiunge: "Il mantra della decrescita felice colpisce ancora". 

"Questo governo, in particolare il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli, è portatore di una ideologia assurda che sta sempre più disconnettendo il Paese, attraverso il blocco delle infrastrutture che sono la vera chiave di volta per la competitività - prosegue Uggè - Così si avvantaggeranno i Paesi a nord delle Alpi e si condanneranno le imprese italiane alla irrilevanza o a spostare le attività all'estero".

"Forse è una modalità per incrementare la domanda per il reddito di cittadinanza molto comodo per i nullafacenti ma disastroso per i nostri giovani che perderanno la speranza di un miglioramento del loro futuro in Italia – incalza il vicepresidente di Conftrasporto - Legare la sospensione della Gronda alla revoca della concessione dimostra la non volontà di ‘fare'".

Info: Laura Ferretto · addetta sampa Conftrasporto-Confcommercio · cell. 342.8584814

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca