Sintesi dell'intervento del Presidente di Federsicurezza, Luigi Gabriele

Sintesi dell'intervento del Presidente di Federsicurezza, Luigi Gabriele

DateFormat

29 maggio 2008

Presentazione del Rapporto Federsicurezza-Confcommercio 2008 sulla Vigilanza Privata in Italia

Sintesi dell'intervento di Luigi Gabriele, Presidente di FederSicurezza

 

La crescente domanda di sicurezza merita una risposta organica ed esauriente, tramite il coinvolgimento di tutti gli attori interessati. Tra questi occupano un posto di sicuro rilievo gli operatori della vigilanza privata e trasporto valori, come pure i fornitori di tecnologia avanzata utilizzata nell'attività di controllo e prevenzione.

FederSicurezza-Confcommercio vanta a pieno titolo la maggiore rappresentatività  del settore. La nostra Federazione, a cui aderiscono Assvigilanza, Univ, Assovalori, Anssat ed Anisi, rappresenta, inoltre, l'Italia in Europa, tramite la partecipazione a Coess, l'Organizzazione di rappresentanza europea del comparto, di cui detiene la Vicepresidenza.

Il Rapporto che presentiamo oggi fotografa per la prima volta in Italia il settore della vigilanza privata in tutti i suoi aspetti in modo analitico e contemporaneamente organico, per fornire, a tutti i soggetti coinvolti, uno scenario di breve-medio periodo e possibili linee guida per il futuro del settore.

Federsicurezza crede che l'attività  di vigilanza privata debba essere considerata come parte integrante del sistema di Sicurezza nazionale, anche se con la connotazione di complementarietà delegata.

FederSicurezza chiede, quindi, il perfezionamento del percorso di definizione dell'assetto legislativo e regolamentare di governo del comparto, con l'approvazione di una legge quadro di riforma del settore in cui venga definito lo status giuridico delle guardie giurate.

Tramite lo strumento del Report, FederSicurezza vuole individuare i driver di sviluppo della Sicurezza complementare, tra i quali è sicuramente prioritario l'innalzamento dell'indice di qualità dei servizi resi. Fattori altrettanto determinanti sono la formazione e gli investimenti, soprattutto nelle tecnologie e nel campo dell'ICT.

Verranno, inoltre, presi in esame e analizzati sia i fenomeni di "aggregazione" in atto, di natura tradizionale o secondo schemi strutturali innovativi, che la "verticalizzazione" del settore.

Obiettivo parallelo sarà anche quello di fornire spunti di riflessione e strumenti di comparazioni con gli altri paesi europei.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca